M E N U   E   R I C E T T E

 

LAHANELLE CARACCIOLINE

di

ANTONIO STANZIANI

tratto dal libro di Antonio Stanziani

- Editore Adelmo Polla -

Nel 1983 Antonio Stanziani realizza un piatto in onore di San Francesco Caracciolo.

La ricetta č stata preparata con gli ingredienti in uso ai tempi dei Caracciolo, principi di Villa Santa Maria. Da questo nobile famiglia nacque Ascanio, pių noto come San Francesco Caracciolo, Patrono e Protettore dei cuochi d'Italia.

Ingredienti:

- Farina di grano duro, kg. 1;

- 5 uova;

- Un pizzico di sale;

- Acqua quanto basta;

- 2 cucchiai di polvere di rosmarino, salvia, alloro, prima essiccati all'aria o in forno e poi ridotti in polvere in un frullatore.

      Tempo di preparazione: 40 minuti pių quelli occorrenti per la salsa.

    Preparate l'impasto tipico della pasta all'uovo. La presenza dell'acqua č importante in quanto riduce il numero delle uova necessarie ( 5 invece di 10 ) rendendo cosė la pasta pių leggera e digeribile.

    Lasciate riposare per venti minuti, al coperto, quindi tirate delle tagliatelle larghe il doppio delle usuali.

    Tuffatele in abbondante acqua salata bollente, mescolate con l'apposito forchettone e quando saranno tornate in superficie, continuate la cottura per qualche minuto; quindi sgocciolate, conditele con il ragų di agnello e servitele con abbondante formaggio pecorino abruzzese ben stagionato.

     Da notare che, molto tempo fa, quando il pomodoro non era ancora conosciuto, le lahanelle venivano condite con una salsa di carne o lumache e gamberi di fiume. Condimento: ragų di agnello, formaggio pecorino grattuggiato.

   -  Ai tempi di San Francesco Caracciolo, i pomodori non erano ancora entrati a far parte della gastronomia ufficiale ( alcuni li consideravano addirittura velenosi ) e venivano usati come decorazione floreale  ma giā nel secolo successivo si iniziō ad usarli in cucina.