VILLA S. MARIA NEGLI ANNI COME ERA – COME E’ - Villa Santa Maria, Patria di San Francesco Caracciolo

Vai ai contenuti

Menu principale:

VILLA S. MARIA NEGLI ANNI COME ERA – COME E’

Ancora due foto a confronto, una dei primi anni 70 e l’altra di questi giorni. Ambedue raffigurano lo stesso posto in Via Roma del nostro paese. In quella più vecchia possiamo osservare ciò che rimaneva del circolo ricreativo ENAL, costruito nel primo dopoguerra a servizio dei lavoratori villesi e principalmente della SME (Società Meridionale Elettrica) che gestiva la nostra centrale. Dentro c’era la sala biliardo, il bar, un piccolo negozio (Grilli Ergeo), una sala per il gioco delle carte e per la ristorazione. Nell’ala opposta il Cinema e nella parte sottostante anche il cinema all’aperto, un campo da tennis in terra  rossa e alcuni campi di bocce. Insomma un impianto veramente completo ed all’avanguardia che solo Villa possedeva nella vallata. Ma il tempo passa inesorabile e tutto finisce e nella foto vediamo appunto quello che rimane dopo decenni di abbandono ed incuria. Volavano addirittura lamiere del tetto sulla strada. Ed allora ecco intervenire la nuova amministrazione comunale (quella che stava cambiando il vecchio, polveroso e statico andazzo) che rilevò l’intero stabile dal soppresso ENAL, procurò i finanziamenti e lo ricostruì di sana pianta aggiungendoci un piano in più. In esso venne ripristinato il cinema ed aperto un supermercato, il primo a Villa,  che ha dato l’impulso allo sviluppo del commercio. Il piano sottostante fu assegnato all’Istituto Alberghiero che aveva bisogno di aule. Il nuovo stabile lo possiamo osservare nella foto di questi giorni. Ma il tempo passa inesorabile e dopo 40 anni dalla sua ricostruzione le cose si sono evolute. In meglio o in peggio?

Vito PAOLINI

 
Copyright 2015. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu